Screening retinico per una diagnosi precoce

12 Giu 22

Screening retinico per una diagnosi precoce

Il Centro Retina 3000 offre la possibilità di sottoporsi ad uno  screening retinico, eseguito da oculisti specializzati in retina medica.

Il Centro diretto dal dott. Alfredo Pece è da sempre specializzato nella diagnosi e la cura di tutte le patologie retiniche, oltre ad uno staff di primo livello il Centor è dotato di strumenti diagnostici e tecnologie di  ultima generazione.

Perché eseguire uno screening retinico

I danni alla retina possono avere conseguenze graci e invalidanti se non diagnosticati per tempo e se non trattati in modo adeguato.
La retina coinvolge in maniera diretta e indiretta la funzionalità dell’occhio, da essa dipende il benessere generale dell'occhio e la capacità visiva.
La parte più importante della retina è la macula, ricca di fotorecettori, fondamentale per avere una visione chiara, distinta e particolareggiata degli oggetti che mettiamo a fuoco da vicino e da lontano.

Grazie al buon funzionamento della macula, svolgiamotutti i giorni  attività  quali leggere, scrivere, guidare, percepire i colori, etc.

Grazie a prevenzione e diagnosi precoce è possibile preservare la capacità visiva e una buona qualità di vita in tutte le fasi della vita, anche in età avanzata.

Degenerazione maculare senile

La degenerazione maculare senile (DMS) è la più comune causa di cecità legale nei pazienti che hanno più di 60 anni di età.
I migliori risultati nel suo trattamento si ottengono se la diagnosi è precoce e la terapia oltre ad essere corretta ed immediata è continua nel tempo.
La degenerazione maculare senile si presenta in due forme:

  • non neovascolare (secca)
  • neovascolare (essudativa)

Colpisce generalmente pazienti ultrasessantenni ed è caratterizzata dalla perdita della visione centrale con la percezione di una macchia grigia che limita la lettura. Nella forma essudativa la visione di immagini è distorta.

La forma essudativa si tratta efficacemente con farmaci inibitori del VEGF iniettati direttamente nel bulbo oculare.