vivere con la degenerazione maculare senile

Oggi vivere con la degenerazione maculare si può e soprattutto è possibile condurre una vita praticamente normale. Ci sono variabili che devono essere prese in considerazione come l’età delle persone, il tipo di attività lavorativa e sociale, gli hobby e gli interessi personali, e la capacità personale di superare ed affrontare le problematiche pratiche che un deficit visivo anche importante comporta. Il tipo di degenerazione maculare è importante. Forme atrofiche a lento sviluppo permettono di adattarsi lentamente e porre in essere le correzioni utili. Per contro forme a sviluppo rapido possono fare precipitare un equilibro già precario ed instabile. Il coinvolgimento del secondo occhio fa inoltre perdere l’autonomia per lontano con impossibilità a guidare e per vicino per la lettura.

Importante è capire come la malattia abbia in realtà molti fattori e sfaccettature e quindi sia necessario correggere i principali fattori di rischio

  • necessità di valutare occhiali e ottiche ad ogni controllo
  • controllare patologie concomitanti come la pressione alta o il colesterolo
  • Stop al fumo. Il fumo aumenta notevolmente i rischi ed anticipa l’età di insorgenza.
  • abitudine a proteggere gli occhi dalla luce
  • dieta ricca di sostanze antiossidanti
  • uso di supplementi dietetici e nutrizionali, come vitamine A,C,E, zinco, carotenoidi come la luteina e zeaxantina e acidi omega-3 ed altri.

LA RIABILITAZIONE E L’IPOVISIONE

Nel momento in cui sia presente una qualche difficoltà visiva è possibile avere una soluzione.
Lenti aggiuntive con filtri appositi hanno l’obiettivo di riparare dalla luce, di migliorare i fastidi susseguenti all’abbagliamento, e migliorare il contrasto visivo.
Esistono poi strumenti ingrandenti soprattutto per la lettura come:
Lenti ingrandenti, sistemi telescopici, strumenti di comune utilizzo ma adattati alle esigenze della persona (come orologi, telefoni , carte da gioco ecc). Televisori a circuito chiuso, computer con ampi schermi e speciali software, sintetizzatori vocali, corsi di riabilitazione specializzati e personalizzati con personale tecnico adeguato.
In tali casi parlane con il tuo medico di base e con il tuo oculista che ti sapranno suggerire i centri più idonei. In tali centri sarà poi possibile avere tutta la modulistica e l’assistenza per eventuali richieste al fine di ottenere l’invalidità sociale.