La degenerazione maculare neovascolare nella miopia patologica

12 Giu 22

La degenerazione maculare neovascolare nella miopia patologica: passato, presente e futuro, breve riepilogo

Breve riepilogo

La neovascolarizzazione coroidale (CNV) è uno delle più importanti complicanze della miopia patologica (PM).

Negli ultimi due decenni, ci sono stati rapidi progressi nella diagnostica e nei trattamenti . Lo scopo di questo lavoro è quello di fornire una panoramica delle diverse modalità di trattamento della CNV nei miopi, tra cui la fotocoagulazione laser, la terapia fotodinamica (PDT) con verteporfina, e le iniezioni intraoculari che oggi rappresentano la terapia di elezione.

Introduzione

La miopia patologica (PM) è una delle principali cause di disabilità visiva in tutto il mondo dai 20 ai 50 anni di età.

I tassi di prevalenza della PM variano tra il 2% e il 9%. La miopia è elevata soprattutto nei paesi dell'Asia orientale, con un tasso di 9-21%, se confrontato con il 2-4% nella razza bianca. I meccanismi patogenetici della miopia non sono ancora del tutto chiariti, anche se fattori genetici e ambientali possonoentrambi svolgere un ruolo importante.

La PM è caratterizzata da un'eccessiva lunghezza assiale (> 26 mm) con alterazioni degenerative secondarie della sclera, coroide, membrana di Bruch, dell'epitelio pigmentato retinico (RPE) e della retina. Questi cambiamenti sono concentrati nel fondo oculare sia nella periferia che nell'area maculare. I più comuni cambiamenti al polo posteriore includono lo stafiloma posteriore , zone di atrofia corioretinica in sede maculare e peripapillare, lacquer cracks, e lo sviluppo di una neovascolarizzazione coroideale al centro della macula.

Continua a leggere, puoi scaricare il pdf in fondo all'articolo.